appartamento-gatteo

Appartamento Gatteo Mare

Affittasi grazioso appartamento sul lungomare di Gatteo a Mare, in posizione strategica, lo stabile si affaccia...

appartamenti gatteo mare

Appartamento Gatteo Mare

Affittasi grazioso appartamento sul lungomare di Gatteo a Mare, in posizione strategica, lo stabile si affaccia...

Montebello

La storia

montebelloE' un castello di origini feudali, la cui fortezza fu edificata sui ruderi di un antico "castrum" romano nel secolo XI. Arroccato sulla cima di una aspra rupe in posizione strategica domina la "Valle della Marecchia"Una costruzione di sassi così compatta e arcigna che ancor oggi a chi la guarda ergersi alta nel cielo, appare vigile sentinella sui confini "Tre regioni e Due stati" Appartenne ai Malatesta sempre in lotta con i Montefeltro troppo spesso prorompenti dalla riva opposta del fiume. Nel 1464 dopo la sconfitta subita da Sigismondo Pandolfo Malatesta ribelle all'autorità pontificia, Il castello fu infeudato da Papa Pio II ai Conti GUIDI DI BAGNO, tuttora proprietari.

Tra il XV ed il XVI secolo, i nuovi Signori aggiunsero alla struttura difensiva originaria una ala residenziale senza nulla togliere alla compattezza dell'insieme. Da allora il Castello vive una nuova opera scandita dagli eventi della Storia sino all'arrivo di Napoleone Buonaparte. Poi sulla Rocca amputata dal Borgo, cade il silenzio col cessare della sua funzione. Un silenzio rotto in tempi recenti dal fragore della II Guerra Mondiale quando venne fortemente strumentalizzata nella ben nota battaglia di Rimini (Settembre 1944).

Leggi tutto...
 
Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna

A cura del Centro Villa Ghigi
Regione Emilia Romagna
Regione Toscana

II Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, del Monte Falterona e di Campigna si estende sul crinale appenninico tosco-romagnolo e comprende boschi tra i più estesi e meglio conservati d'Italia, custodi di un elevato patrimonio floristico e di una fauna di grande interesse che annovera il lupo e varie specie di ungulati. Ombrosi sentieri costeggiano i numerosi rii che tra belle cascate e forre profonde vanno a formare gli impetuosi torrenti che scavano le valli romagnole, mentre dalle pendici del Monte Falterona scaturiscono le acque che alimentano l'Arno. Folte selve con abeti bianchi e faggi secolari fanno da cornice ai segni della millenaria presenza dell'uomo: borghi e castelli medievali, nuclei di case isolate, eremi suggestivi come Camandoli e la Verna.

Molte sono le strade di avvicinamento al parco: la Statale 67, che da Forlì risale la valle del Montone conducendo a Firenze per il Passo del Muraglione; la Statale 9ter che, sempre da Forlì, risale la valle del Rabbi raggiungendo Premilcuore e congiungendosi alla Statale 67 appena dopo il valico dei Tre Faggi; la Statale 310 del Bidente, che per il Passo della Calla mette in comunicazione la valle del Bidente di Corniolo con il Casentine; la Statale 71 del Passo dei Mandrioli, che collega Cesena ad Arezzo toccando Bagno di Romagna e Badia Prataglia e, sul versante romagnolo, è in parte sostituita dalla superstrada E 45. Dalla stessa E 45, nella località toscana di Pieve S. Stefano, si distacca la Provinciale per Chiusi La Verna e il Monastero. Il Casentino si raggiunge anche da Firenze e Pontassieve percorrendo la Statale 70 per il Passo di Consuma.

 

Leggi tutto...
 
Mercato saraceno

II centro storico di Mercato Saraceno, costruito su di un antico insediamento del XII secolo, sorge sulla sponda sinistra del fiume Savio, ad una quota di m. 134 slm ed è distribuito su tre terrazzi alluvionali che ancor oggi gli abitanti meno giovani chiamano Piazza di sopra, Borgo di mezzo e Piazza di sotto. Il territorio comunale si estende per una superficie di 100 kmq con un altitudine massima di 840 mt, laddove sfiora la cima del monte Aquilone, ai confini con la regione Marche. Le più importanti località, lungo la valle del Savio, sono, a monte rispetto al capoluogo, Montecastello mentre, a valle, si trovano Taibo, Borgostecchi e Cella e sullo spartiacque sinistro Gioia e Monte lettone. Lungo la valle del torrente Borello, affluente di sinistra del Savio, troviamo Linaro e Piavola mentre, risalendo il crinale alla destra del Savio, verso il Montefeltro, s'incontrano, nella valle del torrente Uso, gli abitati di Serra e Tornano.


Leggi tutto...